Terza Edizione Internazionali di Cagliari 2012

Domenica, 06 Maggio 2012

Cagliari (Poetto, Stabilimento "Il lido")
VINCONO CAPPELLETTI-CARLI
Il femminile va a Briganti-Olivieri

Il primo G2 importante in terra Italiana del 2012, ad aprire la lunga stagione estiva, se lo aggiudicano Carli-Cappelletti con molta sicurezza senza perdere un set e regolando in finale i rivali Tazzari – Garavini vendicando la recente sconfitta in semi agli italiani indoor.

Manifestazione riuscita questa Sant Efisio Cup 2012, organizzata dall’associazione Beach Tribù di Cagliari, che vedeva al via moltissime tra le migliori coppie italiane accompagnate da alcune coppie straniere di altissimo livello provenienti da Francia, Messico, Bulgaria e Russia, con un’armata rossa formata da 3 coppie maschili e 2 femminili che hanno creato non pochi grattacapi ai giocatori italiani. 

Il tutto corredato da alcuni eventi promozionali per gli under 14 e uno spazio dedicato ai match misti tra atleti e campioni e una decina di atleti diversamente abili iniziativa che rientrava nella “Settimana di sport e solidarietà” curata dall’Ups onlus.

Si parte con il tabellone principale ed è subito Italia-Russia. Le prime vittime di questa nazione emergente nel beach tennis sono Gambi-Amboni che non riescono a superare la potenza della coppia numero 1 Kuptsov-Nanava, 6-2 7-5 il punteggio finale, mentre contemporaneamente anche i forti cesenati Antonelli-Chiesa cedono il passo ai moscoviti Kratsov-Stakeheev al long tie-break risalendo da 9-3 a 9-9 per poi cedere 12-10. La terza coppia russa Zaichenko-Zaichenko deve fare i conti con la tenacia dei Sardi Tamponi-Fratini, autori di una vera e propria impresa contro la maggiore potenza degli avversari e supportati dal grande tifo del pubblico locale prevalgono con il punteggio di 6-7 6-3 10-8. La corsa di Kratsov-Stakeheev viene regolata con un secco 6-3 6-3 da un altro sardo, Paolo Tronci in coppia con che vi sta scrivendo (Di Cori) mentre nella piu bella partita della prima giornata i nr 1 russi sfiorano il colpaccio anche con Tazzari-Garavini portandoli al long tiebreak ma sprecando la ghiotta occasione con alcuni errori al servizio di Nanava impeccabile fino a quel momento. Le altre coppie francesi e franco-Messicana Roman-Bourse e Audire-Rodriguez si imbattono in un sorteggio sfortunato che li accoppia a Calbucci-Penza e Carli-Cappelletti che non danno loro molte chances di proseguire.

Si arriva ai quarti di finale con Cappelletti-Carli che regolano agevolmente una delle coppie piu in forma del momento Folegatti-Scheda con un netto 6-3 6-0 mentre Calbucci-Penza sudano il passaggio del turno contro Barbieri-Guadagnini 10-6 al long tiebreak. Anche per Tazzari-Garavini è necessario i long per eliminare i compagni di squadra Guercio-Catalano 7-5 5-7 10-8 mentre nel quarto quarto a sorpresa, nella sfida con 3 over su 4, Tronci-Di Cori ribaltano il pronostico contro Ludovici-Avvantaggiato con il punteggio di 6-2 6-4.

Si arriva alle semifinali con la prima nella quale parlare di confronto di generazioni è un eufemismo visto che sono contrapposti i giovani (e forti) Carli-Cappelletti contro gli “esperti” , il padrone di casa Cagliaritano Tronci ed il Ravennate Di Cori. Il pronostico sembra chiusissimo a favore dei giovani ma sorprendentemente la coppia piu navigata trova il modo di imbrigliare il gioco dei fori avversari portandosi a servire per il primo set sul 5-4. Qui si arriva al punto cruciale del match dove dopo essere risaliti da 15-40 con 2 servizi vincenti di Tronci , Carli – Cappelletti riescono ad annullare il setpoint con una risposta di quest’ultimo e sull’onda emotiva chiudono il set 7-5. Nel secondo set i portacolori di Cesena provano a scappare trovando ancora la resistenza degli avversari che annullano i primi 4 matchpoint con 4 ace sul 5-2 ma quando Cappelletti va a servire 5-3 fa capire a tutti che non c’è piu niente da fare rifilando 4 bordate imprendibili chiudendo la partita. Nell’altra semifinale un ottimo Penza supporta Calbucci mettendo in serissima difficoltà Tazzari – Garavini con i primi che si aggiudicano il primo set e si portano 3-1 anche nel secondo. Per l’ennesima volta Tazzari e Garavini dimostrano perché sono i campioni che sono e ribaltano il set andando ad aggiudicari il terzo long tiebreak consecutivo.

In finale però Garavini parte molto male commettendo una serie inspiegabile di errori lasciando scappare subito i giovani romagnoli che se lo aggiudicano 6-3. La partita si riequilibra ed anzi l’inerzia sembra passare dalla parte “romana” con la partita che sale di livello e gli scambi diventano spettacolari. Carli-Cappelletti riescono ad impattare sul 4-4 grazie ad un break su Tazzari che sembra in difficoltà al servizio e quando si ripresenta a servire sul 5-5 conferma le difficoltà provando anche sorprendere gli avversari con servizi “particolari” che non impensieriscono però i rivali. Quando Cappelletti si ripresenta sulla mattonella del servizio da l’ennesima dimostrazione di forza in questo fondamentale (l’oscar è in buone mani) rifilando le solite 4 bordate che non dannno nemmeno il tempo al temporale, che nel frattempo sta sopraggiungendo velocemente, di interrompere il match, 7- 5 e fine dei giochi con la fuga dei presenti al riparo proprio durante gli untimi punti.

In campo femminile la vittoria è andata alle pluridecorate Briganti-Olivieri che battono in finale le atlete romagnole Visani-Cimatti autrici di un ottimo torneo dove erano state capaci di eliminare a sorpresa le campionesse italiane indoor Bacchett-Spazzoli in una partita “pazza” vincendo il primo set 6-0 , risalendo da 0-5 al tiebreak del secondo però perso ma vincendo poi al long tiebreak. In finale le romagnole provano ad opporre resistenza ma non riescono a scalfire la solidità della scuola romana di Olivieri-Briganti che vincono 6-3 6-4. Ottimo torneo per le atre semi finaliste , le tosco-romagnole Zanaboni-Carli che invece portano al long le vincitrici del torneo perdendo 6-1 4-6 10-6.

A completare il programma di domenica si sono svolti gli Open Fit che hanno visto le vittorie di Antonelli-Chiesa su Gambi-Amboni nel maschile e di Mulargia-Cappelli su Marino-Ridolfi nel femminile.

Maurizio Di Cori (direttamente dal sito: http://www.beachtennistime.net)

Copyright © 2020 beachtennisardegna. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Saturday the 25th.