Internanzionali di Cagliari

Giovedì, 09 Maggio 2013

Si è conclusa domenica 5 maggio la quarta edizione della “Sant’Efisio cup – Internazionali di Beach tennis Cagliari”, organizzata dall’associazione “Beach tribù” con il patrocinio del Comune di Cagliari e il contributo degli assessorati allo Sport della Regione e della Provincia e dell’assessorato al Turismo del Comune di Cagliari.

La gara Dopo due giornate di match serrati, sul campo principale de “Il Lido” sono arrivati il numero 1 e 3 del mondo Alessandro Calbucci e Marco Garavini contro Matteo Marighella e Luca Meliconi.

La finale spettacolare ha però deluso le attese per il risultato netto - 6-1, 6-1 - con cui i freschi campioni italiani indoor hanno liquidato gli ottimi avversari.

In semifinale, infatti, i vincitori Calbucci e Garavini erano riusciti a spuntarla solo al long tie-break contro i bravissimi Cramarossa-Strano.

Sempre al long tie-break, nell’altra semifinale, Marighella-Meliconi si erano conquistati la vittoria contro i vincitori della passata edizione Carli-Cappelletti.

E sono proprio i nomi delle quattro coppie semifinaliste a raccontare la caratura di questa edizione della “Sant’Efisio Cup” che ha visto i migliori atleti al mondo sfidarsi sui campi cagliaritani. Sulla sabbia sarda, infatti, anche Gambi, Mingozzi, Avvantaggiato, Maldini, Petrucci, Barbieri, Montanari, Di Cori, oltre alla giovane promessa Ramos che ha fatto coppia con il portabandiera sardo Paolo Tronci.

In campo femminile, invece, la sfida per la coppa ha visto in campo le due coppie favorite sulla carta. Dopo l’infortunio della campionessa Simona Briganti, che ha abbandonato i campi del Poetto per un infortunio alla prima partita, si sono trovate in finale Federica Bacchetta e Giorgia Gadoni e Giulia Curzi e Giulia Spazzoli.
Anche in questo caso il risultato è stato, a sorpresa, abbastanza netto: sono Curzi-Spazzoli a prendersi la rivincita e, dopo la sconfitta subita ai recenti campionati italiani indoor, superando 6-4, 6-1 Bacchetta-Gadoni. Queste ultime, in semifinale, avevano battuto Cimatti-Gilardi, mentre le vincitrici con 12-10 al long tie-break, avevano sconfitto le ottime Carli-Zanaboni.

I sardi Tra le 8 coppie uscite dalle qualificazioni, si sono imposti i sardi: Caredda-Fadda, Tamponi-Fratini, Conti-Floris, Cardia-Fadda, Delogu-Murgia e Tronci L.- Bernardini. Invece, Tronci P.- Ramos accedono al tabellone principale di diritto.
Hanno provato a fare un passo avanti il campione regionale di singolo Max Conti con il compagno Michele Floris ma agli ottavi è arrivata la sconfitta dai semifinalisti Cramarossa-Strano per 6-1, 6-3. Ci ha provato anche Paolo Tronci numero 10 al mondo con il compagno spagnolo 15esimo nel ranking internazionale Ramos Viera. Ma ad accedere ai quarti per 4-6, 7-6, 10-5 sono stati gli sfidanti Di Cori-Montanari. Non va meglio per le donne. Accedono al main draw le sarde favorite, Carmelita-Mirtillo (campionesse regionali) e Russo-Defraia (sarde meglio qualificate nel ranking internazionale) ma entrambe le coppie non passano il primo turno, pur ben figurando e cedendo solo al long tie-break contro le rispettive avversarie.

Curiosità Per la prima volta sui campi di Cagliari come spettatore, il campione del mondo Paolo Tazzari giocatore fedelissimo delle scorse edizioni della “Sant’Efisio cup”, ha portato a casa il montepremi maschile da allenatore. , dice Tazzari.
Fuori al primo gioco, la favorita del torneo. Detentrice del titolo di tutte le edizioni della tappa cagliaritana, numero1 del ranking internazionale e campionessa del mondo in carica, Simona Briganti, allenata da Tazzari, si infortuna al primo set di gara e deve abbandonare la competizione.
Tra gli stranieri, presenti quest’anno a Cagliari in 30 in rappresentanza di Lituania, Spagna, Francia, Regno Unito, Belgio, Stati Uniti, Svizzera, Ucraina e Russia, si è distinta la compagine russa. I fratelli Zaichenko sono arrivati al secondo turno lasciando i quarti di finale ai campioni uscenti Carli-Cappelletti per 6-2, 6-2. Ancora meglio per i compagni Burmakin-Panin che hanno avuto accesso ai quarti di finale perdendo 7-5, 6-4 contro i bravissimi Cramarossa-Strano.
Ottimo l’impegno di Mark Bonfigli, giocatore statunitense per la prima volta a Cagliari in rappresentanza del suo Paese, in coppia con lo spagnolo Cristobal Ramirez, campione di Spagna nel 2010. La sfortuna però si mette di mezzo e nel sorteggio, al primo incontro del tabellone principale Bonfigli-Ramirez soccombono per 6-1, 6-0 ai campioni Calbucci-Garavini.

Open Fit Il torneo “open Fit” che si è giocato nella giornata di domenica in contemporanea con la “Sant’Efisio cup” ha consolato i sardi. Tra gli uomini, buona la posizione della coppia formata da Paolo Tronci e Beppe Martinez. Il numero 10 al mondo e il presidente della “Beach tribù” (nonostante l’impegno per l’organizzazione del torneo internazionale) sono riusciti ad accedere ai quarti perdendo 9-7 contro i fortissimi Godio-Faccini. Questi ultimi, in semifinale, fermano l’ascesa dei sardi favoriti: Conti-Floris. Somaroli-Sanna Randaccio cedono invece ai quarti con vincitori del torneo, Burnacci-Folegatti e i campioni sardi Cocco-Reginato si fermano agli ottavi contro Somaroli-Sanna Randaccio.

Nel femminile, a sorpresa, finale tutta sarda tra Carmelita-Mirtillo e Russo-Defraia con queste ultime che lasciano la vittoria alle storiche avversarie dopo aver condotto addirittura per 7-3. 9-7 il finale per Carmelita-Mirtillo, ma plauso ad entrambe le coppie capaci di eliminare blasonate avversarie provenienti dalla penisola durante il cammino verso la finale.

a cura di Serena Sequi (Ufficio Stampa Beach Tribù Cagliari)

Copyright © 2018 beachtennisardegna. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Saturday the 15th.