Campionati Sardi Singolari 2013

Lunedì, 30 Settembre 2013

Quartu S.E. (Lido Mediterraneo)
RITORNO AL SUCCESSO PER PITZURRA L.
Nel femminile primo titolo per Simona Vincis

Terminano così i Campionati Sardi di Singolare 2013: Luciano Pitzurra spodesta Max Conti e si piazza per la terza volta nella sua carriera sul gradino più alto del podio ( le altre due vittorie risalgono al 2009 e al 2010), Simona Vincis dimostra per l’ennesima volta l’ottimo andamento della sua stagione e supera l’amica e ex compagna Stefania Accardi in una finale combattutissima.

Grandi plausi anche ai semifinalisti Massimiliano “Spaghetto” Congiu e Diego Fratini nel SM e a Patrizia Mirtillo e Lucia Cusinu nel SF.

Passiamo ora alla cronaca dell’intero torneo.
Nel Maschile le 16 teste di serie della Domenica vanno ad affrontare i qualificati del Sabato.
Nel primo turno quasi tutte le teste di serie si confermano senza molte difficoltà; gli unici che faticano sono Nicola Reginato (autore di una bella partita contro Luigi Carta), Marco Pitzurra (che chiude solo al tie break con il sempre ostico Stefano Ginesu), Lucio Tronci(anche lui in difficoltà col “Gitano” Fabrizio Loddo) e Michele Floris (che esce leggermente stravolto dalla partita con L’Avvocato Pirastu).

Agli Ottavi Paolo Tronci batte Walter Monterastelli che si dice autore di un’ottima partita ma fa notare che il servizio del buon Paolo, ahimè, resta ancora qualcosa di ingestibile per chi è sotto un certo livello di gioco. Lo Spaghetto invece è deciso ad arrivare in fondo a questo torneo e rifila un sonoro 6-0 a Beppe Martinez (che solo più tardi ammetterà di aver rivalutato il suo risultato dopo aver saputo il risultato del quarto di finale cotro Paolo Tronci); Piero Sanna contro il compagno di Scuderia Alberto Tamponi da il meglio di se e porta a casa il risultato al tie-break; Diego Fratini  gioca una bella partita e vince contro il giovane Enrico Nazzari; Luciano Pitzurra si abbatte su Michele Floris e passa al turno successivo;
lo stesso accade tra Lucio Tronci e Marco Pitzurra (col primo che porta a casa il risultato); grosse difficoltà per un nervosissimo Max Conti contro un ottimo Delogu; infine Nicola Reginato si impone di misura su Andrea Somaroli chiudendo gli incontri degli ottavi.

Ai quarti lo Spaghetto da il meglio di se contro Paolo Tronci e disputando uno dei suoi migliori incontri rifila un severo 6-1 all'attuale numero 10 al mondo; Luciano Pitzurra, deciso a prendersi finalmente una rivincita con Spago, macina punti e avversari battendo anche Piero Sanna; Diego Fratini dimostra di essere la spina nel fianco del buon Nicola Reginato chiudendo l’incontro con un 6-1 che non lascia spazio a fraintendimenti; Max Conti fa lo stesso con Lucio Tronci chiudendo sul 6-0 il set (risultato molto bugiardo secondo Conti).

In Semifinale Max Conti continua la sua striscia positiva chiudendo col risultato di 6-2 anche con Diego Fratini; l’altro incontro, invece, sembra una finale anticipata: Lo Spaghetto Regionale contro Luciano Pitzurra. Una partita giocata al Cardiopalma e ricca di colpi di scena in cui, sul 5-2 per il Pitzurrino Spago tira fuori numeri e va prima sul 5-4 e poi addirittura sopra 6-5, non riuscendo però a chiudere il set e portandosi al tie break. Anche qui se ne vedono di tutti i colori fino al 6/6 in cui il giovane Luciano riesce a dare quel qualcosa in più e a chiudere il set in suo favore.

La finale quindi è fra Max Conti e Luciano Pitzurra: tre gli scontri precedenti in finale (2008, 2009 e 2012). Un classico che offre sempre spettacolo e emozioni e partite ricche di suspance direte voi; e invece la partita si incanala a senso unico in favore di Luciano Pitzurra che sfruttando le difficoltà al servizio di Conti  si porta velocemente sul 5-1 sopra e spreca un match ball, per poi arrivare sul 5-3 e chiudere il set col punteggio di 6-3.

Nel femminile dalle qualificazioni del Sabato escono 8 giocatrici che vanno a sfidare le teste di serie piazzate.
Patrizia Mirtillo vince agevolmente contro R.Cariello (che comunque raggiunge un’ottimo risultato); così come accade per Sara Gerini contro Stefania Giona; Stefania Accardi si impone su Stiglitz  (anch’essa autrice di ottima prova); Federica Defraia vince 6-2 contro Valeria Loi che ormai ci ha abituati alla sua presenza alle fasi finali dei tornei (Brava Vale!); così come Stefania Mattana che però non la spunta contro la “baby” Marta Gallon; Lucia Cusinu vince di misura contro Paola Pasciu; lo stesso fa Simona Vincis con l’altra “baby” Ilaria Uras; vittoria relativamente agevole anche per Alessandra Russo su Arianna Sanna.

Nelle semifinali Stefania Accardi batte Patrizia Mirtillo per 6-3 dimostrando grande forza di volontà nel recuperare dal 3-1 sotto e Simona Vincis conquista la sua prima finale dei campionati sardi contro la favorita Lucia Cusinu per 6-4.

La finale tra  Simona Vincis e Stefania Accardi come già detto è molto combattuta e caratterizzata da ottime giocate da parte di entrambe le atlete e si chiude solo sul punteggio di 6-4 con una palla smashata fuori da Stefania Accardi, per poi andare a stringere la mano all’avversaria dimostrando grande sportività (che di questi tempi è sempre bello vedere). La Vincis si gode poi i festeggiamenti per il primo Titolo Sardo di singolare conquistato. Come già detto complimenti a tutti gli atleti che hanno partecipato e che si sono battuti per il titolo e ancora complimenti ai vincitori e non.

Nicola Secchi (Beach Tennis Cagliari)

   

Copyright © 2019 beachtennisardegna. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Thursday the 25th.