Bilanciamento delle racchette

Martedì, 24 Luglio 2012

A grande richiesta diamo qualche spiegazione relativamente al bilanciamento delle racchette da Beach Tennis. Per entrare nel discorso bilanciamento occorre prendere in considerazione la distanza tra il fondo del manico ed il punto di equilibrio della racchetta. 
Nella figura che segue è indicata una racchetta da beach tennis  lunga 50 cm.



Se il punto di equilibrio e´ esattamente nel mezzo (come in figura) la racchetta si dice "bilanciata alla pari" (evenly balanced).
Se il punto di equilibrio si trova a 24,9 cm o meno si dice che la racchetta è bilanciata verso il manico.
Se il punto di equilibrio si trova da 25,1 cm in su si dice che la racchetta è bilanciata verso la testa.

Una racchetta da 260 grammi, lunga 50 cm e con bilanciamento alla pari (quindi con punto di equilibrio a 25 cm) trasmetterà  una sensazione diversa da un'altra con stesso peso bilanciata alla pari ma lunga 45 cm. Affinché le due racchette trasmettano al giocatore che le impugna  la stessa sensazione quella da 45 cm dovrebbe avere un bilanciamento a 25 cm dal manico ovvero spostata di 2,5 cm verso la testa  rispetto al punto di equilibrio (vedi figura che segue).

 

Alternativamente di potrebbe spostare il bilanciamento della racchetta da 50 cm a 22,5 cm (ovvero spostata di 2,5 cm verso il manico rispetto al punto di equilibrio).

Riepilogando, una racchetta da 45 cm ed una da 50 cm (con identico peso) trasmettono la stessa sensazione in movimento solo nel caso in cui quella da 50 cm è bilanciata nel mezzo e quella da 45 cm è bilanciata a 25 cm, oppure quella da 45 cm e´ bilanciata nel mezzo e quella da 50 cm a 22,5 cm.

Quella che stiamo chiamando sensazione e´ in realtà il fenomeno che in fisica si chiama "momento statico", espresso matematicamente come il peso della racchetta moltiplicato per la distanza del punto di bilanciamento dal fondo della racchetta e poi diviso per 100.

Per poter eseguire una modifica del bilanciamento occorre agire sulla distribuzione del peso della racchetta (solitamente si usa un nastro piombato). Per modificare la racchetta 45 cm in modo che il suo bilanciamento diventi come quello indicato in blu nella seconda figura, il nastro piombato andrà posizionato nella parte superiore del piatto. La racchetta diventerà pertanto "bilanciata in testa".

Il bilanciamento di una racchetta si esprime in genere in punti HL (head light) o punti  HH (head heavy).
Un bilanciamento in punti HL e´ un bilanciamento verso il manico.
Un bilanciamento in punti HH e´ un bilanciamento verso la testa.
Per punto si intende la distanza di 1/8" (1 ottavo di pollice), che e´ pari a 0.3175 centimetri (per facilità di calcolo si può considerare l’arrotondamento a 0.3 cm).

In gergo tecnico, se una racchetta lunga 45 cm (quindi con punto di equilibrio a 22,5 cm) è bilanciata a 22,8 cm, significa che il bilanciamento è spostato di 0,3 cm verso la testa rispetto al suo punto di equilibrio ovvero di circa 1 punto HH. Se la stessa racchetta è bilanciata a 23,1 cm (quindi spostata di 0,6 cm rispetto al suo punto di equilibrio) la racchetta è 2 punti HH. Se è bilanciata a 23,7 cm è 3 punti HH e così via.
Per bilanciare la racchetta da 45 cm a 25 cm dal manico (come nella seconda figura), ci siamo spostati di 2,5 cm verso la testa rispetto al suo punto di equilibrio (che è a 22,5 cm) ovvero di 8 punti HH (0.3175 centimetri moltiplicato per 8 fa circa 2,5 cm).

In conclusione ricordiamo quanto avevamo detto nel precedente articolo "caratteristiche delle racchette":
- Più il peso è distribuito verso il manico e più la racchetta avrà controllo e precisione;
- Più il peso è distribuito verso la testa e più la racchetta avrà potenza.

Powered by FTS
Copyright © 2018 beachtennisardegna. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Sunday the 18th.